SMET

La Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Torino, attiva fin dal 1968, ha svolto un ruolo storico nell’evoluzione della didattica della musica elettroacustica in Italia. Dal 2010 sono attivi i corsi di Diploma accademico di primo livello (triennale) e di Diploma accademico di secondo livello specialistico (biennale), che, a seguito di un profondo ripensamento dell’offerta formativa, propongono un percorso di studi superiori articolato in numerosi insegnamenti, organizzati in modo da fornire allo studente una preparazione completa. La Scuola di Musica Elettronica fornisce strumenti scientifici necessari per una conoscenza profonda dei fenomeni sonori e alla loro manipolazione creativa, ma anche alla storia, alla teoria, all’estetica della musica nei suoi rapporti con le tecnologie.

Le tecnologie numeriche e l’informatica hanno introdotto dei potenti strumenti materiali e concettuali per la creazione artistica e aperto all’arte nuove e fondamentali dimensioni d’esplorazione sia per quanto concerne la natura e il contenuto degli oggetti (musicali, visivi e multimediali), sia per quanto concerne lo stesso processo di creazione. Ciò implica un nuovo tipo di ricerca e di sviluppo dove il lavoro artistico e scientifico procedono parallelamente. Obiettivo di questo corso è quindi la formazione di esperti nell’uso delle più aggiornate tecnologie applicate nell’ambito della creazione musicale e, in generale, artistica. Non solo “musica elettronica”, dunque, ma un ampio ventaglio di possibilità conoscitive e creative che indirizzino l’allievo formato verso differenti profili professionali quali compositore ed esecutore di musica elettroacustica, sound designer, regista del suono, programmatore di ambienti musicali informatici, progettista sonoro (per multimedia, internet, cinema, tv), progettista in sistemi multimediali interattivi, assistente musicale alla produzione, tecnico di post-produzione audio, musicologo del repertorio elettroacustico, consulente per progetti multidisciplinari in relazione all’ambiente e all’architettura.

La Scuola di Musica Elettronica del Conservatorio di Torino offre allo studente, oltre alla didattica specifica, molteplici occasioni di confronto con la reale produzione artistica e con parallele esperienze internazionali e opera in collaborazione con il Politecnico e l’Università degli Studi di Torino.