Maurizio Martinucci (TeZ)

Workshop con Maurizio Martinucci (TeZ)
S.O.S. ( Sonification Of Self )
Giovedì 18 Gennaio 2018 – Ore 11.00/18.00 – Aula 40


Con sensori indossabili e sofisticati algoritmi, possiamo sempre più quantificare, assegnare numeri a quasi qualunque tipo di comportamento umano che intraprendiamo: sonno, apporto calorico, peso, numero di passi, frequenza cardiaca e molti altri.
Questi numeri sono poi convertiti in grafici, statistiche e altre rappresentazioni discrete che suggeriscono un’immagine quantificata di noi stessi, tendendo ad omologare la nostra individualità invece di promuovere la sua unicità.

In più, le implicazioni sociali di un tale processo di tracciamento di sé, dove i nostri dati personali e intimi sono infine condivisi e potenzialmente accaparrati dalla comunità globale per qualunque scopo, sono certamente da prendere in seria considerazione. Mentre il “Sè quantificato” sta già ponendo le basi per uno stile di vita guidato dai dati, dovremmo invece cercare un paradigma del “Sè qualificato” dove sensazioni inquantificabili significano più che raccolte di numeri.

SOS è un corso volto ad esplorare tecniche e metodi per l’uso creativo di dati fisiologici in tempo reale, acquisiti attraverso tecnologie di monitoraggio accessibili, e tradotti in un “Selfie sensoriale”, un ritratto di se stessi di cui gli altri possono fruire in altri modi oltre ad un immagine, un grafico o una descrizione testuale. Il corso invita al riutilizzo di tecnologie di monitoraggio elettro-fisiologiche esistenti e ad inventare ulteriori modi di condividere dati biometrici attraverso gruppi di persone connesse in locale e in remoto.
Nel workshop pratico di un giorno vedremo come fare un semplice dispositivo indossabile wireless da zero, monitorando l’ECG (frequenza cardiaca) e trasmettendo l’impulso tramite WiFi ad un ricevitore (individuale o stazione) e averlo lì trasformato in un segnale audio e vibratorio.

previous arrow
next arrow
ArrowArrow
Shadow
Slider

Maurizio Martinucci (TeZ) e’ un artista e ricercatore interdisciplinare che vive e lavora ad Amsterdam dal 2002. Il suo lavoro e’ caratterizzato dall’uso di tecnologie come strumenti di esplorazione degli effetti percettvi derivanti dall’interazione di suono, luce e spazio, materializzati sotto forma di installazioni e performances. Le sue composizioni adottano spesso elementi generativi e suono spazializzato e tattile, sviluppati con tecniche originali di sonificazione e visualizzazione, coerenti con i materiali fisici e i fenomeni vibratori associati alle sue creazioni.
Il suo lavoro comprende anche ’ideazione e la creazione di specifiche strutture architettoniche e di metodi non convenzionali per la propagazione di suono e luce in ambienti immersivi. TeZ e’ anche il fondatore e direttore del progetto OPTOFONICA, piattaforma internazionale per Arte e Scienza Sinestetica.