Stefano Bassanese

bio Stefano BassaneseCoordinatore della Scuola di Musica Elettronica e docente titolare di:

Storia della musica elettroacustica / Composizione musicale elettroacustica / Analisi della musica elettroacustica / Analisi delle forme compositive / Esecuzione e interpretazione della musica elettroacustica

Ha studiato musica elettronica e composizione nei Conservatori di Venezia e Padova. Nel 1983, invitato da Luigi Nono a Freiburg im Breisgau, ha frequentato l’Experimental Studio del SWF e i seminari dell’Institut für Neue Musik alla Musikhochschule. L’attività di compositore e di performer elettroacustico l’ha visto prodursi in festival internazionali e prestigiose sale tra cui Zeitfluss – Salisburgo, Ars Musica – Bruxelles, Eclat – Stuttgart, Biennale di Venezia, Philarmonie – Essen, Musique en Scène – Lione, June in Buffalo, Staatsoper Stuttgart, Salle Messiaen di Radio France – Parigi, CCRMA – Stanford University, Musica y Escena – Città del Messico, Les Musiques – Marsiglia,  White Box – NYC, ecc. Ha ricevuto commissioni da diverse istituzioni (RAI, State University of New York, GRAME Lyon, Festival Zeitfluss – Salisburgo, INA/GRM Parigi, GMEM Marseille, Teatro La Fenice di Venezia, ecc.), ha inoltre collaborato con il Centro di Sonologia Computazionale dell’Università di Padova occupandosi di Computer Music fin dal 1978, con l’Orchestra Sinfonica del WDR di Colonia diretta da Zóltàn Peskó e con l’Ensemble Modern diretto da Ingo Metzmacher. Numerose le collaborazioni con altri compositori e interpreti tra cui Aldo Clementi, Olga Neuwirth, Fabio Nieder, Claudio Ambrosini, Mauricio Sotelo, Paul Méfano, Phill Niblock, Eliane Radigue, Nicholas Isherwood, Stefano Scodanibbio, Michele Lomuto, Ex Novo Ensemble, Christoph Homberger, Benjamin Thigpen e molti altri. Dal 1999 ha collaborato con Mauricio Kagel, realizzando l’elettronica per diverse produzioni tra cui la prima mondiale della versione scenica di Entfürung im Konzertsaal con la regia di Herbert Wernicke e la prima edizione discografica di Phonophonie. Nel 2000-2001 è stato responsabile della produzione elettronica del CCMIX (Centre de Création Musicale Iannis Xenakis) di Parigi. Nel 2003 ha collaborato con il pianista e compositore Uri Caine componendo e realizzando le parti elettroniche per Othello Syndrome che ha inaugurato il 47° Festival di musica contemporanea della Biennale di Venezia. L’edizione discografica di questo lavoro ha ottenuto la nomination al 51° Grammy Awards del 2009. Cofondatore e membro del comitato scientifico della Fondazione Archivio Luigi Nono di Venezia, dal 2014 é presidente dell’AIMI (Associazione di Informatica Musicale Italiana). Dal 2000 al 2010 è stato docente e coordinatore della Scuola di musica elettronica del conservatorio di Cuneo. Dal 2010 è docente di composizione elettroacustica al conservatorio di Torino. Vive e lavora a Parigi.

http://www.stefanobassanese.eu/